Tratto da e Photo Credit Casaeclima.com.

Negli ultimi tempi, quella delle tiny home, ovvero mini case, nella maggior parte dei casi trasportabili ovunque lo si voglia, sta diventando una vera moda. Compatte, modulari, flessibili e prefabbricate, le tiny house sono un’ottima soluzione per alloggi temporanei dai mille usi. Il progetto M.A.Di., che sta per Modulo Abitativo Dispiegabile, un’innovazione tutta italiana e frutto della collaborazione fra l’architetto Renato Vidal e il produttore abruzzese Area Legno, aggiunge qualcosa di interessante. Oltre ad essere un modulo antisismico, la mini casa ha la caratteristica di poter essere aperta e chiusa in pochissimo tempo.

Cerniere per aprire e chiudere la casa

Grazie a un sistema composto da cerniere, la micro abitazione, in poche mosse, può essere dispiegata e fondata al terreno e, allo stesso modo, una volta che si ha l’esigenza di smantellarla, basta ripiegarla su se stessa e trasportarla altrove. L’antisismicità del sistema lo rende particolarmente interessante per uso emergenziale, ma M.A.Di. è stata immaginata anche come una struttura per il tempo libero o come spazio per la collettività.

Moduli legno e tetto ventilato

La struttura viene prefabbricata in azienda con moduli composti in legno X-LAM, in inglese CLT (Cross Laminated Timber), che, coadiuvati dalle coibentazioni ad alta densità in lana di roccia, fibra di legno e poliuretano espanso, assicurano anche ottime prestazioni termiche. Al tradizionale tetto si è preferito un tetto ventilato, in grado di garantire un maggior comfort negli ambienti interni e un notevole risparmio energetico.

Pannelli fotovoltaici

Per rendere autosufficiente dal punto di vista energetico la mini casa pop-up è anche possibile installare dei pannelli fotovoltaici sul tetto o integrare la copertura con dei lucernari, che garantiscono un forte ingresso di luce naturale all’interno.

800 € a metro quadro

La versione base è di soli 27 mq e il costo a metro quadro è di 800 €, compresi i costi di installazione e trasporto, nel caso in cui non si supera la distanza dei 200 km dalla sede dell’azienda.